“UN-USEFUL o l’inutile indispensabile”

September 16th, 2008

CM Interni ’08 Postiglione

il Lunedì: 09.15 – 12.15 > aula U.1

Elaborazione di uno o più progetti individuali di recupero “in-utile” di un esistente (ma non per questo tutto vero: potrebbe essere un paesaggio immaginario): le attività  ammesse sono quelle esclusivamente di fruizione estetico-estatica, di meraviglia, di curiosità , di desiderio, di paura, ecc.; mai di uso, mai di utilità  pratica, ecc. ma senza puntare ad essere monumentali o celebrativi. Piuttosto invece bisogna puntare ad essere partecipativi e coinvolgitivi.

Elaborati finali: SUGGESTIONI (attraverso fotomontaggi, video, ecc., o parole): delivering once a week.

I “cinque punti” degli Interni: 080917_cm-interni-24mb

Progetto di recupero assolutamente in-utile di un esistente dismesso/abbandonato/immaginato

Programma

a) esercitazione 1 [exercise #1]

EVERY STUDENT CHOOSE A PLACE/BUILDING/SITE TO TRANSFORM INTO SOMETHING UN-USEFUL: starting for real places/buildings/sites you have to imagine something astonishing in terms of emotion and not of shock. Every week each students has to deliver an image: attività ammesse sono quelle esclusivamente di fruizione estetico-estatica, di meraviglia, di curiosità, di desiderio, di paura, ecc.: mai di uso, mai di utilità  pratica, ecc. ma senza puntare ad essere monumentali o celebrativi, piuttosto invece bisogna puntare ad essere partecipativi e coinvolgitivi). Remember to work within the “Everyday scape”/Si lavora con paesaggi visivi del quotidiano.

For Christmas Holiday, we will all work on Vienna Bunkers: tutti lavoreremo sulle FLAK towers (bunker) di Vienna che sono oggetto di uno studio con mostra finale a Milano (download info).

Mappa

Download foto

Download disegni

b) esercitazione 2 [exercise # 2]

ridisegno oggetto d’arredo EVERY STUDENTS CHOOSE AN OBJECT TO REDRAW 1:1 OR EVEN BIGGER DEPENDING ON ITS REAL DIMENSIONS: During the course every student has to produce one or two re-design of objects.

Pencil drawing on paper according to the example #01; #02

c) esercitazione 3 [exercise # 3]

SOS Abitare: EVERY STUDENTS APPROACH AN SOS-ABITARE and RE-DESIGN IT (SOS-478; SOS-479; SOS-481): the best is to deliver a solution every 3 weeks. There are 3 exercises to be done during the course.

d) esercitazione 4 [exercise # 4]

EVERY STUDENTS CHOOSE AN ARTIST OR A THEME RELATED TO “ARTISTS’ ROOMS” (stanza d’artista): make collection of Artits’ works that have as main theme the “room”. Every 3 weeks each students has to deliver the his/her collection (Redigere una raccolta di casi-studio di “stanza d’artista”: ogni tre settimane presentazione dei file raccolti (le raccolte possono essere stilate per autore, per tema, per materiale, per dimensione, per analogie, ecc. e hanno come oggetto opere di artisti che hanno lavorato sul tema della stanza/spazio interno).

Elaborati finali: VISIONS (fotomontaggi, video, ecc.) o PAROLE)

CONSEGNA FINALE/Final delivering for the exame

Every category of exercise has to be collected in an independent book (21×21 cm)

BIBLIOGRAFIA [exercise # 5]

starting as soon as possible to read since this is “gasoline” for your brain: there will be a final seminar where each students will present a his/her reading (Ogni studente deve prepararsi la presentazione di una lettura a scelta tra quelle di seguito segnalate)

Louis I. Kahn, “La stanza, la strada e il patto umano”, in C. Norberg-Schulz, Louis I. Kahn: idea e immagine, Officina Ed., Roma 1980 (oppure nella nuova raccolta dell’Electa): YOU HAVE ONLY TO READ THIS ESSAY, THEREFORE YOU CAN MAKE COPY FROM THE LIBRARY: one is the old Politecnico, another is where I have the office: 2nd floor, via Golgi 39

– Jean-Francois de Bastide,The Little House – an architectural seduction, Princeton Univ Press, New York 1996 (copia con trad. It inBiblioteca Centrale)

– S. Settis, La villa di Livia: le pareti ingannevoli, Electa, Milano 2008

– F. Alison, Le Corbusier. L’interno del Cabanon, Electa, MIlano 2006

– AA.VV, Places & Themes of Interiors, Franco Angeli, Milano 20008 (YOU CAN BUY THIS BOOK AT THE BOOKSHOP “CLUP” JUST 50 METERS FROM FACULTY MAIN ENTRANCE: to be studied is only the session on Domestic)

– B. Munari, Da Lontano era un’isola, Milano 2006 (YOU CAN BUY THIS BOOK AT MAIN CITY BOOKSHOPS: I suggest Libreria Hoepli, in via Hoepli, close to Piazza Duomo > it si largest art-architecture-design book store in Milan)

ELENCO LEZIONI
1. Opening > tutti al convegno di Interni: Mercoledì 1 Ottobre in aula Rogers, dalle 9.30
2. Arredare: il grado zero dell’architettura
3. Gli elementi del progetto di interni o Sulla domesticità
4. Arne Korsmo: il paradigma dell’interno
5. Le case degli architetti: i principali autori del novecento “visti da dentro”
6. SL: due stanze. Decorazione vs Costruzione
7. Una stanza speciale: il bunker come fabbrica e come prodotto
8. Rappresentare tra leggere e raccontare
9. Il recinto come stanza a cielo aperto
10. Edifici “senza” esterno: Il danteum
11. Le “cellule” di LC tra mito e realtà
12. Il Cabanon e il doppio paradigma
13. Knut Knutsen: la geometria come strumento di progetto

TOOLS
sulle dimensioni dell’abitare (Valentina Cocco)

Small Houses_case studies 1

Small Houses_case studies 2

Dimensions of Domestic activities

CREW

Gennaro Postiglione

Lorenzo Bini

Skype Guests

BRENDELAND & KRISTOFFERSEN

Annette Erlenwein

Bad Architects group

Jensen&Skodvin


Comments are closed.

facebook likes
facebook likes