Lettera al Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca

October 26th, 2008

Egregio Ministro,
mi permetto di offrire un semplice ed umile suggerimento in merito alla modifica degli articoli della Legge 133/2008 che toccano l’Università Italiana.

Consapevoli della necessità, a causa della crisi congiunturale, di contenere la spesa pubblica e altresì consapevoli della presenza di sprechi derivanti da una cattiva gestione dell’Università, così come è andata sviluppandosi in questi ultimi venti anni, si può ritenere congruente l’iniziativa del Legislatore di operare degli tagli. Non si può però accettare che le modalità attraverso cui giungere alle indispensabili economie vengano individuate in un contesto che non sia quello ad esso pertinente, cioè quello del Suo Ministero, aprendo un tavolo di discussione con le parti in causa. Unica strada per riuscire a coniugare riduzione della spesa e trasformazione sostenibile dell’Università.

L’Università italiana ha sicuramente estrema necessità di una Riforma che, proprio per la grave crisi che attraversa il globo, può e deve armonizzarsi con la necessità di ridurre l’impegno economico del Governo su questo fronte; ma non lasci che questa imprescindibile necessità prevalichi l’imperativo etico di garantire al Popolo Italiano una Università Pubblica con un presente e un futuro all’altezza del nostro ruolo di Paese Industrializzato appartenente al “club” del G7.

Gli articoli della Legge 133/2008 relativi all’Università, così come sono concepiti, non hanno alcuna possibilità di guidare o governare alcuna Riforma (anche perché non è questo il loro scopo) ma le conseguenze derivanti dalla loro applicazione (come da tutte le parti coinvolte sottolineato) non faranno altro invece che acuirne i mali.

Nel rispetto quindi delle cifre indicate dal Ministro dell’Economia, Le chiedo di intraprendere le necessarie iniziative affinché vengano stralciate da quegli articoli tutte le misure direttamente operative che dovranno invece essere definite in un tavolo da Lei stessa convocato e presieduto.

Questo spero, vivamente, possa essere il messaggio che Ella porterà all’inaugurazione dell’Anno Accademico del Politecnico di Milano il prossimo 3 Novembre.

cordialità,
Gennaro Postiglione

NB: lettera inviata al Ministro Gelmini e pc al Ministro Tremonti agli indirizzi presenti nel sito www.governo.it (Domenica 26 Ottobre 2008)

—————————————————————

PhD arch associate professor
DPA-politecnico di milano
via golgi 39

+39 02 23995534 ph
+39 02 23995005 fax
+39 335 7856394 mob
gennaro.postiglione@polimi.it
skype: gennaropostiglione
http://www.lablog.org.uk
http://legge133.studentipolitecnico.it

POBOX
piazza leonardo da vinci 32
IT-20133 milano


No tags for this post.

Comments are closed.

facebook likes
facebook likes