lablog at MusAA

July 31st, 2013

Il MusAA – MuseoArchitetturaArte, in partnership con il Politecnico di Milano e con il Patrocinio del Comune di Lanciano organizza la Mostra “Geografie dell’abbandono. Frammenti d’Abruzzo, territorio narrato”

Una mostra complessa ma fruibile a più livelli con disegni, documenti, progetti, pubblicazioni, testimonianze e cartografia tematica. La mostra è visitabile dal 13 luglio fino al 31 luglio 2013, tutti i giorni dalle 18 alle 20, vernissage sabato 13 luglio h. 19.30.

La mostra, che viene presentata in anteprima abruzzese a Lanciano per poi essere esposta in altre location regionali, è frutto del Laboratorio di Progettazione degli Interni a cura dei Proff. Postiglione, Bini e Petrillo, realizzato con gli studenti e laureandi della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano. Il progetto è stato coadiuvato da Marco Di Nallo, che è anche curatore della presente mostra insieme a Paola Ardizzola e Domenico Maria del Bello, allestimenti Gabriele d’Oltremare e Marco d’Oltremare. Grazie ad una campagna di ricognizione in situ, gli studenti hanno prodotto elaborati tematici, disegni, grafici, foto, video prendendo in considerazione diversi borghi delle quattro Provincie abruzzesi che hanno subìto un forte fenomeno di spopolamento. L’intento è stato quello di “vedere l’invisibile” e rendere percepibile e fruibile il patrimonio celato che si conserva nel paesaggio rurale abruzzese, attraverso dispositivi fruitivi che azionino produzioni percettive e funzionali. Lo studio è stato condotto secondo interessanti accezioni: abitanti e storie, evoluzione sociale, grande storia, infrastrutture, istat borghi, patrimonio culturale, produzione, rappresentare il territorio, risorse naturali, territorio narrato, a cui si aggiungono alcune proposte progettuali. Ne scaturisce una rappresentazione del territorio abruzzese che passa dai generici aspetti della sua rappresentazione a dettagli puntuali di valutazione dell’Abruzzo e del suo territorio appunto, nel tentativo di fare una “fotografia” della Regione, entrando nel corpo stesso di una ripensata topografia dei luoghi.

Per ulteriori info:

http://www.abarchive.info/?cat=59

http://www.lablog.org.uk/2010/07/06/geografie-dellabbandono-3/#more-2892


Comments are closed.

facebook likes
facebook likes